News

Prato al secondo posto in Italia per numero VLT

PRATO. E’ allarme ludopatia a Prato, che risulta essere la seconda città italiana per numero di slot machine (in rapporto alla popolazione) installate in 238 esercizi e 40 sale giochi. In Italia la percentuale dei giocatori patologici oscilla tra lo 0,5 e il 2% della popolazione, di conseguenza a Prato si stima che gli affetti da questa malattia vadano da 900 a 3.500. Ecco allora che bisogna correre ai ripari per arginare questo fenomeno, spesso non considerato come una malattia e preso sottogamba.

“Il Comune – spiega l’assessore Simone Mangani – stava lavorando ad una modifica del regolamento sulle sale giochi che ora è in stand by in quanto undici associazioni del territorio hanno aperto un tavolo partecipativo proprio per chiedere all’amministrazione comunale un impegno per rivedere le norme e cercare di contrastare questa piaga”. E se a livello regionale la distanza delle sale giochi dai luoghi sensibili (come scuole o ospedali) è di 500 metri a Prato si abbassa a 200 metri e senza nessuna limitazione di orario, quindi chi vuole può restare aperto anche 24 ore su 24. L’intento è quello di stringere le maglie del regolamento comunale che attualmente sono troppo larghe.

La regione è tra i principali territori per concentrazione di “macchinette”: Massa-Carrara record nazionale dei mini-casinò. Segnalateci i locali che hanno rinunciato alle slot: andremo a trovarli e racconteremo la loro storia

 

da il Tirreno

Articolo completo su: http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/11/18/news/prato-seconda-in-italia-per-numero-di-slot-machine-1.12468157 

L'Autore

Milano NoSlot

Milano NoSlot

Milano NoSlot
Prima rete di Associazioni NoSlot, coordinata dal Comune di Milano