News Rassegna Stampa

Mantova: Gli orari ridotti di apertura delle sale gioco sono validi

Anche il Consiglio di Stato dà ragione al Comune di Mantova

Una società  aveva ricorso fino al terzo grado di giudizio amministrativo contro il regolamento comunale che impone alle sale da gioco degli orari di apertura: dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23.

Una norma voluta nel 2015 e, manco a dirlo, molto osteggiata da chi ha fatto del gioco d’azzardo un’attività economica molto remunerativa. Secondo il Consiglio di Stato l’appello presentato  è “infondato” poiché l’ordinanza non va contro il regolamento comunale e può essere efficace per contrastare il fenomeno in crescita delle ludopatie.

La Sala Bingo era stata sorpresa in almeno 4 occasioni operare al di fuori delle fasce orarie consentite, ma le sanzioni previste (sospensione dell’attività fino a 5 giorni) erano state sospese in attesa della sentenza del Consiglio di Stato.

[…]

I numeri relativi alle ludopatie,  sono impressionanti: in provincia di Mantova sono circa 9 mila, secondo una stima dell’Ats, le persone affette da sindrome del gioco d’azzardo patologico, 1500 di queste nel solo capoluogo. Numeri che implicano un costo sociale che grava sulla comunità, poiché queste persone, malate a tutti gli effetti, sono curate dal sistema sanitario nazionale. Con i soldi pubblici.

Fonte e articolo completo: AltraMantova

L'Autore

Milano NoSlot

Milano NoSlot

Milano NoSlot
Prima rete di Associazioni NoSlot, coordinata dal Comune di Milano