News Rassegna Stampa

I nomadi delle Slot Machine

Per superare le limitazioni imposte dalle leggi regionali e territoriali, i giocatori si sono dati al “nomadismo” passando da una sala all’altra in diverse regioni e città. E’ il caso della Liguria che sta “rubando” giocatori ai paesi limitrofi del Piemonte.

Questo si deduce dall’interessante articolo di fondo pubblicato dal Corriere della Sera (Qui l’articolo Completo) ci fa comprendere come sia sempre più importante una legislazione nazionale uniforme e coerente, e che gli interventi abbiano carattere territoriale

Qui un estratto dell’articolo

La coppia di pensionati arrivava ogni domenica mattina, subito dopo la messa. «Erano carini, giocavano tenendosi per mano» ricordano i gestori dei bar. L’affetto reciproco non impediva certo l’attività sulla quale erano concentrati. Per tirare la leva della slot machine infatti basta un braccio. (…) Venivano da Camerana, che sarebbe Piemonte, ma è distante solo 9 chilometri da Cengio, che invece è Liguria (…)

Il proibizionismo del Piemonte è diventato una panacea per i bar liguri nelle zone di cerniera tra le due regioni. «Sono soprattutto pensionati, piemontesi anziani che non sanno più come riempire le loro giornate» …da queste parti la gelata dovuta alla legge di stabilità del 2016, che prevedeva di ridurre del 34 per cento entro giugno 2018 il numero dello slot machine a livello nazionale, non è proprio arrivata e nei primi sei mesi dell’anno Cairo Montenotte, la «capitale» ligure della Val Bormida, ha fatto registrare tra video lotteria e slot una spesa di 14 milioni di euro, sei in più dello stesso periodo nel 2017..

Articolo Completo su Corriere della Sera

L'Autore

Milano NoSlot

Milano NoSlot

Milano NoSlot
Prima rete di Associazioni NoSlot, coordinata dal Comune di Milano