Divieto di pubblicità sul gioco: l'Italia non è un buon esempio - Progetto Milano NoSlot
Rassegna Stampa

Divieto di pubblicità sul gioco: l’Italia non è un buon esempio

Il parlamento belga sta valutando di varare una normativa che vieti la pubblicità sul gioco d’azzardo. Si tratta di una soluzione simile a quella già adottata in Italia nel 2018.

Ma, sostiene Magali Clavie, direttore della Autorità nazionale belga per la regolamentazione del settore del gioco, il tentativo italiano non è da seguire in toto.

Infatti, sempre più spesso, i giocatori italiani sono passati al gioco illegale e gli operatori hanno trovato il modo di aggirare il divieto tramite social network. Insomma ci sono stati abbondanti risvolti negativi, tra cui l’aumento dell’illegalità e lo sfruttamento della dipendenza.

Uno dei modi per superare gli ostacoli già visti in Italia, consisterebbe, secondo il direttore Clavie, nell’adottare approcci tecnologici per migliorare il controllo sui contenuti. L’educazione, ancor più di qualsiasi pubblicità sarebbe la soluzione per prevenire il rischio di dipendenza.

La consapevolezza, quindi, è fondamentale per prevenire comportamenti problematici legati al gioco.

 

L'Autore

Avatar

Noslot