Rassegna Stampa

Compro oro e Bancomat – Distanti da sale slot e vlt

Potrebbe esser una decisione vincente, visti i risultati, quella del comune e della provincia di Pavia. Nelle delibere comunali, oltre a multe salatissime a chi non rispetta le ordinanze, sono previste distanze minime di 500 metri, oltre che da luoghi sensibili, anche da bancomat, agenzie prestiti e compro oro.

Questo per evitare che un giocatore che ha già sperperato i contanti nel portafogli, possa andare a prelevare velocemente altro denaro o se lo procuri in un momento di disperazione. Le distanze lascerebbero il giusto tempo per “riflettere” sulle potenziali conseguenze.

Tra l’altro, il nuovo regolamento prevede sanzioni da 500 a 15.000 euro e vieta l’installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo in qualunque esercizio aperto al pubblico che si trovi a una distanza inferiore a 500 metri da “luoghi sensibili” come scuole, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture sanitarie o ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

La seconda stretta è sugli orari di accensione delle macchinette da gioco. Il loro funzionamento  è consentito tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 23 e basta.

Questi orari, già permetterebbero di diminuire i minori che vi accedono in barba alle disposizioni di legge.

«Con questo regolamento mettiamo nero su bianco tutte le azioni che abbiamo svolto in questi anni sul gioco e che vogliamo continuare a portare avanti – spiega il vicesindaco Angela Gregorini –. Parlo della tutela delle fasce più deboli, dell’inasprimento dei controlli, passando attraverso delle regole molto chiare sulle distanze e sugli orari, quindi sulla diminuzione della possibilità di gioco. Non riguarda solo le slot, ma anche le altre forme di gioco, come ad esempio sale scommesse e lotterie istantanee».

 

L'Autore

Milano NoSlot

Milano NoSlot

Milano NoSlot
Prima rete di Associazioni NoSlot, coordinata dal Comune di Milano