Caritas Ambrosiana

Caritas Ambrosiana copia

La Fondazione Caritas Ambrosiana è ente ecclesiastico civilmente riconosciuto che opera realizzando le finalità della Caritas Ambrosiana, organismo pastorale istituito dall’Arcivescovo “per promuovere la testimonianza della carità della comunità ecclesiale con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace”. La Fondazione promuove, sostiene e gestisce, a seconda delle esigenze, iniziative di promozione umana e servizi di carattere caritativo-assistenziale in diocesi e nei paesi in via di sviluppo.

La Caritas Ambrosiana, come la Diocesi di Milano, ha una sede centrale (articolata in quattro settori: Caritas e territorio, Aree di bisogno, Internazionale, Volontariato e giovani) e territorialmente è presente con propri organismi nelle 7 Zone pastorali, nei 72 decanati e in 854 delle 1108 parrocchie della diocesi.

 

CHE COSA FACCIAMO

La Caritas Ambrosiana ha promosso, nel corso degli anni, esperienze di solidarietà e servizi per rispondere ai bisogni rilevati sul territorio della Diocesi di Milano. Alcuni sono tuttora gestiti direttamente da Caritas Ambrosiana, per altri invece la gestione, negli anni, è passata a Organizzazioni ed Enti legati alla Caritas Ambrosiana statutariamente. Le realtà più significative sono rappresentate dal Consorzio Farsi Prossimo, dall’Associazione Volontari Caritas Ambrosiana e dalla Fondazione San Carlo.

Sul territorio diocesano sono inoltre presenti oltre 300 Centri di Ascolto (espressione delle Caritas locali e coordinati da Caritas Ambrosiana) dove le persone in difficoltà possono incontrare volontari preparati per ascoltarle e accompagnarle nella ricerca di soluzioni ai propri problemi.

L’Area Dipendenze è una delle Aree di bisogno di Caritas Ambrosiana attiva nell’ascolto e nell’orientamento telefonico di persone con problematiche di uso, abuso, dipendenza da sostanze legali e illegali (alcol, droghe) e/o da comportamenti compulsivi (gioco d’azzardo, internet, shopping). L’attività è rivolta ai diretti interessati, famigliari, volontari e operatori dei centri di ascolto e dei servizi con un accompagnamento mirato ai bisogni degli utenti verso le risorse disponibili nel sistema dei servizi pubblici e privati.

L’Area Dipendenze svolge inoltre attività di formazione, informazione e prevenzione rivolta a Centri di Ascolto, parrocchie, oratori, gruppi giovanili, genitori, scuole.

Caritas Ambrosiana collabora con gli enti pubblici e privati ed è impegnata in una riflessione ampia e complessiva sulla specificità delle diverse sostanze o comportamenti di abuso, legali o illegali, sulle motivazioni e sui comportamenti agiti, sugli impatti personali, sociali e culturali e sulle possibili risposte.

A CHI CI RIVOLGIAMO

Chiunque in situazione di difficoltà può rivolgersi di persona ai Centri di Ascolto Caritas o telefonare alle Segreterie delle diverse Aree di bisogno per ricevere un ascolto, un orientamento e – quando possibile – un aiuto concreto.

PERCHÉ LO FACCIAMO 

I Centri di Ascolto e le Segreterie di Caritas Ambrosiana, in quanto segno della carità della comunità ecclesiale per chiunque, in particolare per gli ultimi, sono ad accesso diretto e gratuito.

CHE COSA ABBIAMO FATTO

Il tema della dipendenza e la sua diffusione nelle sue diverse e forme e fasce di popolazione (minori, giovani, anziani) ha sempre sollecitato Caritas a una riflessione attenta e complessiva sulle diverse sostanze e comportamenti di abuso, sulle motivazioni, sui comportamenti agiti e sugli impatti personali, sociali e culturali che tale fenomeno comporta. Negli ultimi 15 anni il gioco d’azzardo è uno dei principali oggetti di lavoro dell’Area avendo raccolto dal territorio una forte preoccupazione sulla diffusione del fenomeno e evidenziato le ricadute che il gioco d’azzardo eccessivo e patologico ha sulle vite delle persone, sulle relazioni affettive, sull’indebitamento e rischio di usura.

Negli ultimi anni l’Area Dipendenze ha rilevato che la richiesta di aiuto e orientamento sulle problematiche legate al gioco d’azzardo è costantemente aumentata, tanto da essere oggi la richiesta di aiuto più frequente posta all’Area contribuendo ad amplificare la complessità dei casi che si presentano.

L’Area offre da sempre una formazione specifica ai Centri di ascolto Caritas del territorio affinché siano sempre più in grado di comprendere se dietro ai bisogni che le persone portano (debiti, perdita del lavoro, casa) ci sia anche il gioco. Completano l’offerta di servizi le proposte e le iniziative di informazione e sensibilizzazione e i percorsi di prevenzione rivolti ai giovani e a gli adulti.

In particolare nello scorso anno con la Zona 4 di Milano l’Area si è impegnata in un progetto di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi del gioco d’azzardo rivolto alla popolazione anziana.

COSA FACCIAMO IN QUESTO PROGETTO

Caritas è copromotrice e partner del progetto “Milano No Slot: Accoglie e orienta”.

Nell’esperienza sul campo di Caritas Ambrosiana un ambito spesso scoperto è l’ascolto, l’orientamento, il supporto e l’accompagnamento anche economico-legale delle famiglie in fase precoce, quando il giocatore non è ancora intenzionato a smettere e pertanto non si rivolge e non è in carico ai servizi.

La famiglia (partner, genitori, figli, parenti), gli amici, i colleghi si trovano precocemente invischiati, senza riuscire a trovare punti di ascolto e di orientamento unitari che li indirizzino verso le possibilità di tutela economica e legale del patrimonio, che diano un supporto sui comportamenti che possono essere messi in atto e che prevengano lo sfascio dei legami, le possibili violenze e magari permettano più precocemente al giocatore di comprendere la necessità di affrontare la propria situazione e la propria patologia. Nel progetto Caritas Ambrosiana coordina e partecipa alle attività dello Sportello di ascolto e orientamento dedicato ai famigliari di giocatori d’azzardo problematici, permettendo loro di avvalersi in modo modulare e flessibile di competenze educativo-relazionali, psicologiche, legali, economico-finanziarie offerte da Caritas Ambrosiana e dagli altri enti partner del progetto (Fondazione san Bernardino, Associazione AND, Ordine degli Avvocati di Milano). Caritas Ambrosiana sarà operativa nel progetto mettendo a disposizione i suoi operatori per  accogliere le telefonate dei famigliari, offrire un primo ascolto telefonico e condurre i primi colloqui vis à vis di approfondimento per orientare e accompagnare i famigliari alle altre risorse specialistiche presenti nel progetto.

In secondo luogo, nell’intero territorio della città di Milano, Caritas realizzerà attività di sensibilizzazione e informazione della popolazione anziana sui rischi del gioco d’azzardo collaborando con le Zone civiche e i servizi anziani del territorio di Milano e valorizzando il contributo delle associazioni dei consumatori.

DATI DI CONTATTO 

Caritas Ambrosiana

Via San Bernardino, 4 -20122 Milano

Tel 02.76037.1

www.caritasambrosiana.it

Segreteria Dipendenze

Tel. 02.76037.261 da lunedì a venerdì 9.30-13.00 (negli altri orari è attiva una segreteria telefonica)

 

mail: dipendenze@caritasambrosiana.it

REFERENTE PROGETTO

Costanza Pestalozza – Laura Rancilio

ISCRIZIONE AD ALBI

Denominazione Albo e data di iscrizione
Registro degli Enti che svolgono attività a favore degli immigrati C/85/2001/MI
Registro degli Enti che svolgono attività a favore degli stranieri A/180/2002/MI del 03/04/2002
Albo regionale degli enti di Servizio Civile 44 – NZ01752 del 07/10/2014
Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Lombardia

 

CODICE FISCALE  01704670155

http://www.caritasambrosiana.it

Scrivi un commento